Categorie
Lui |

How to view conditions maps in the updated Weather app in iOS 15

Among the cool updates iOS 15 brought in September is an upgraded Weather app with some interesting and useful features. One of those is a new Precipitation map that’ll show you exactly where it is, and will be, raining (or snowing or sleeting) in your area — or anywhere.

You can also view Temperature and Air Quality maps in the same way. We’ll show you how.

New features in Weather app

The additions to Apple’s Weather app most likely follow directly from the company’s acquisition of popular weather app Dark Sky last year.

To view the weather maps for precipitation, temperature and air quality index (AQI), you must be running iOS 15, naturally. It’s easy to update your iPhone’s OS, fortunately. We’ll include it in the steps below.

How to view condition maps in the Weather app

Where and when will it rain?

  1. If you haven’t updated your iPhone to iOS 15 yet, you can do so by going to Settings > General > Software Update.
  2. Open the Weather app (it comes preinstalled on every iPhone).
  3. Click on the small map icon in the bottom left corner of the screen.
  4. Click on the three small, stacked squares on the upper right side of the screen.
  5. Choose Temperature, Precipitation or Air Quality.
  6. The chosen map will appear with current conditions.
  7. To move through time on the Precipitation map, move the 12-Hour Forecast bar at the bottom of the screen left or right. That shows any precipitation-dropping clouds moving across the region over the next half-day.
  8. Each map shows a gauge at upper left indicating colors for the severity of conditions.
  9. You also can zoom in or zoom out using a pinching gesture with your fingertips to see different levels of detail about weather conditions.
Categorie
Lui |

Auto diesel: conviene ancora comprarle? I blocchi alla circolazione, anno per anno

È il dubbio di tutti. Presto le limitazioni torneranno attive. Che cosa conviene comprare oggi

A Milano, addio alle auto diesel dal 2030

Conviene ancora comprare auto diesel? Il «caso Milano» è destinato a fare da modello per altre realtà locali. Sotto la Madonnina , il 2030 sarà l’ultimo anno in cui potranno circolare liberamente le vetture a gasolio di qualsiasi omologazione, anche le più recenti. In questo periodo, stimolati da eco- incentivi e promozioni dei costruttori molti consumatori stanno prendendo in considerazione l’acquisto dell’auto nuova, e mai come ora è opportuno non fare errori, soprattutto se si è tra coloro che l’auto la tengono a lungo. Per i milanesi (ma il discorso vale, in fondo, su tutto il territorio nazionale), dunque, sono da preferire le auto a benzina, le bi-fuel a gas (metano o GPL) e le ibride, oltre ovviamente alle elettriche pure.

Qual è la situazione attuale per le auto diesel?

Per quanto sospesa a causa dell’emergenza Covid, l’Area B di Milano prevede il blocco in tutti i giorni feriali alle 7,30 alle 19,30 delle vetture più vecchie: le Euro 0 e 1 a benzina; le Euro 0, 1, 2, 3, 4 a gasolio (cioè le Diesel) senza FAP

Stop anche alle Euro 0, 1, 2, 3, 4 Diesel con FAP after-market installato dopo il 31 dicembre 2018 e con classe «massa particolato» pari almeno a Euro 4. 

Possono circolare invece: i Diesel Euro 5, 4, 3 con FAP di serie e con il campo V.5 della carta di circolazione <= 0,0045 g/km; le Euro 0, 1, 2, 3, 4 Diesel con FAP after-market installato entro il 31 dicembre 2018 e con classe «massa particolato» pari almeno a Euro 4. 

Infine anche l’installazione dell’impianto GPL o metano non salva le auto Diesel a doppia alimentazione che siano omolgate Euro 0, 1, 2.

Nel 2022 il tramonto dell’Euro 5 Diesel

Il 1° ottobre 2022 sembra lontano, ma se state comprando oggi un’auto usata fresca e pensate di tenerla a lungo fate attenzione alle limitazioni che dovrebbero scattare proprio a partire da questa data: si fermeranno le Euro 2 a benzina; le Euro 3 e 4 Diesel con FAP di serie e con campo V.5 carta circolazione <= 0,0045 g/km; le Euro 0, 1, 2, 3, 4 Diesel con FAP after-market installato entro il 31 dicembre 2018 e con classe «massa particolato» pari almeno a Euro 4. 

Attenzione anche alle Euro 5 Diesel. Comprare oggi una Diesel Euro 5 usata vuol dire poterla sfruttare senza problemi per soli due anni.

Nel 2025 l’inizio della fine del Diesel?

A Milano, dal 1° ottobre 2025 oltre al fermo delle Euro 3 benzina, stop anche alle Euro 6 Diesel leggeri A-B-C acquistati dopo il 31 dicembre 2018.

Dal 2028 le Euro 6 nel mirino

Le restrizioni si fanno sempre più severe dal 1° ottobre 2028, data a partire dalla quale lo stop verrà dato anche alle Euro 4 a benzina e agli Euro 6 Diesel leggeri A-B-C acquistati entro il 31 dicembre 2018, cioè prima che si venisse a conoscenza della nascita dell’Area B e dei suoi step di blocco.

Dal 2030 le Euro 6-D al bando

Eccoci all’ultimo step, quello che mette definitivamente fuori gioco i veicoli a gasolio: dal 1° ottobre 2030 lo stop varrà anche per le Euro 6 Diesel D-TEMP ed Euro 6 Diesel D. Ossia le auto che oggi, correttamente, vengono vendute come le più aggiornate. Il 2030 sembra lontano, ma anche chi pensa di rivendere quest’auto entro pochi anni dovrebbe riflettere: questa aspettativa di vita limitata a un decennio erode anche il valore del veicolo sul mercato dell’usato.

fonte: https://motori.corriere.it/motori/attualita/cards/auto-diesel-conviene-ancora-comprarleanno-anno-stop-circolazione/2030-euro-6-d-bando.shtml

Categorie
Lui |

Esportare in excel elenco libri Kindle

La procedura.

  1. autenticarsi su leggi.amazon.it, utilizzando il browser Chrome;
  2. attivare su Chrome gli Strumenti per sviluppatori; (dovrebbe essere già attivo di default)
  3. aprire la console degli strumenti;
  4. copiare dal sito GitHub il codice javascript, oppure da www.vattiato.com/exportkindle.txt il codice di estrazione, basta selezionare il codice e copiarlo negli appunti.
  5. incollare il codice nella finestra della console;
  6. premere il tasto Invio;
  7. il download del file csv dovrebbe partire in automatico;
  8. aprire il file con Excel.
Categorie
Lui |

Now Playing